VICKY
Mi chiamo Victoria amo la vita e la mia famiglia: moglie, mamma di un piccolo curioso e di quattro gatti e un cane. Ho varie passioni fra cui l’organizazione, il risparmio, la cura del mio orto, pinterest, l’archeologia “fuori posto”, la lettura e il lavoro ai ferri e sto anche cercando di imparare l’uncinetto...
About Vicky           Contatti
www.allmydreamscometrue.it info@allmydreamscometrue.it

Quando il tuo bimbo capisce a S.Stefano come funziona il Natale

Smile and Organize your Life  Vita da Mamma   Quando il tuo bimbo capisce a S.Stefano come funziona il Natale

Quando il tuo bimbo capisce a S.Stefano come funziona il Natale

Questo post contiene link di affiliazione attraverso i quali percepisco una piccola percentuale sugli acquisti, senza alcun costo aggiuntivo per voi: grazie a questo e quindi anche a voi posso continuare a finanziare il mio sito. Grazie

Quando il tuo bimbo capisce a S.Stefano come funziona il Natale…

un po’ sorridi e un po’ speri che non venga influenzato dall’eccessivo consumismo che i media e la società(una parte almeno), ti rifilano per normale…

Ora il mio super baby come sapete ha 3 anni compiuti ad agosto, quindi fino a poco tempo fa, non aveva idea che esistessero periodi più o meno speciali di altri: le prime nozioni sul Natale le ha avute da qualche cartone animato questa estate, durante la quale ripropongono interminabili repliche degli stessi cartoni….

E fu appunto, in occasione del suo compleanno che mi chiese delucidazioni sulla festività:

Mamma, ma oggi è Natale? No amore siamo ad agosto. E perché tanti regali? Perché è appena stato il tuo compleanno. Allora non è Natale? No amore, ma arriverà presto anche quello.

Questa confusione nacque dal fatto che la sera della sua festa, eravamo in vacanza e festeggiammo in un ristorante e il regalo era composto in più parti (quartier generale della Paw Patrol più 3 personaggi sfusi) che ha visto tutte insieme nell’istante dell’apertura, ma che abbiamo poi elargito uno al giorno per mantenerlo indaffarato durante le ferie.

E come sapete al ritorno dalle vacanze ho completamente eliminato giocattoli inutilizzati (clicca qui per l’articolo) per far spazio anche a quelli nuovi che sapevo avrebbero fatto breccia nel suo cuore…

Ma torniamo al Natale: aveva sicuramente capito che arrivava Babbo Natale e avrebbe regalato qualcosa, ma probabilmente era rimasto più colpito dalle decorazioni fatte a casa, e quelle che insieme abbiamo fatto a scuola ecc..

Quindi a parte il suo entusiasmo per la festa a scuola e le caramelle portate da quel Babbo Natale… ogni volta che gli chiedevo cosa volesse scrivere nella letterina, la risposta era questa:

Mamma non voglio niente per Natale… Ma come? Non vuoi nemmeno scrivergli la lettera per chiedere qualche gioco? … No mamma, non voglio niente, faccio io un disegno per Babbo Natale.

Nel frattempo arriviamo alla cena della vigilia e già qualche regalo viene scartato, il mattino dopo apre il nostro (aereoporto di Super Wings) e con enorme soddisfazione ci sentiamo dire:

Era proprio quello che avevo chiesto a Babbo Natale, mi piace

Per fortuna Babbo Natale legge nel pensiero…

Poi credo che abbia ricevuto qualcos’altro anche durante il pranzo di Natale…

E la mattina di S.Stefano…illuminazione : Ecco mamma, ora so cosa voglio chiedere a Natale, un bel pacco e non vedo l’ora di aprirlo!… Ma amore adesso non è più Natale,dovrai aspettare un po’ prima di chiedere altro a babbo Natale… ….. Pocca la miseia

Si lo so, non sono fiera “dell’imprecazione” finale, peraltro imparata dal nonno, però come vi dicevo questo suo capire che in effetti, Natale era un giorno in cui arrivano meraviglie da questo tizio che si può vedere solo a scuola in via del tutto eccezionale….. Mi ha fatto sorridere, ma anche sperare che continui ad ignorare le pubblicità di giocattoli che martellano i canali con i cartoni, che continui ad essere tranquillo quando compro il regalo di compleanno per chi lo ha invitato senza dover per forza uscire dal negozio con qualcosa per lui….

Insomma, spero proprio che il mio bambino continui ad essere felice di passare il tempo con noi perché ama la nostra compagnia e sente il nostro amore e, saperlo contento che arrivi un pacco da scartare in qualche occasione speciale

E voi come affrontate questo periodo con i vostri bambini? Li riempite di giochi? Esaudite ogni richiesta? O siete per un solo regalo? Raccontatemelo, scrivetemi, o commentate nella pagina Facebook, e naturalmente condividete.

Vi auguro di festeggiare naturalmente con entusiasmo questo ultimo dell’anno, ma ancora di più, vi auguro di poter festeggiare ogni giorno del nuovo anno e di tutti gli altri a venire. A presto

 

No Comments
Leave a Comment: