VICKY
Mi chiamo Victoria amo la vita e la mia famiglia: moglie, mamma di un piccolo curioso e di quattro gatti e un cane. Ho varie passioni fra cui l’organizazione, il risparmio, la cura del mio orto, pinterest, l’archeologia “fuori posto”, la lettura e il lavoro ai ferri e sto anche cercando di imparare l’uncinetto...
About Vicky           Contatti
www.allmydreamscometrue.it info@allmydreamscometrue.it

Ora amo imparare

Ora amo imparare

Questo post contiene link di affiliazione attraverso i quali percepisco una piccola percentuale sugli acquisti, senza alcun costo aggiuntivo per voi: questo è uno dei modi grazie ai quali, e quindi anche grazie a voi, posso continuare a finanziare il mio sito. Grazie

Non mi dispiaceva la scuola… ma solo ora amo davvero imparare.

Da circa 15 anni passo nottate intere a leggere e ascoltare video su singoli argomenti, e soprattutto di qualsiasi natura: se lo avessi fatto anche al liceo, con lo stesso interesse e concentrazione, sarei stata una super secchia…

E a volte mi chiedo perché a quei tempi, non ho sfruttato il tempo diversamente.

In effetti, almeno per me, è chiaro: nessuno mi chiede di essere pronta per il compito in classe, non sento pressioni, ergo studio e imparo volentieri.

Di recente ho scoperto che molte famiglie scelgono unschooling, che è diverso da homeschooling, per i loro bambini.

Homeschooling è fare scuola a casa: il genitore o il tutor scelgono approccio e percorso didattico spesso facendo riferimento proprio a testi scolastici, ma non sempre, e si imposta un orario delle lezioni a casa.

Con unschooling , invece, si segue l’inclinazione naturale e quindi anche la curiosità e i tempi di apprendimento di ciascuno supportando al bisogno con materiali, libri, gite, ma non c’è un calendario predefinito: ogni momento è buono per imparare e soprattutto non c’è un limite a cosa e quanto imparare.

L’ho trovato molto interessante…

Una mia amica mi ha fatto notare (so che sorriderai ora) che la scuola che la maggior parte di noi ha frequentato è regolamentata dal Ministero dell’istruzione …. e non dell’educazione.

E non posso nemmeno dimenticare che educare deriva dal latino EDUCO o meglio E – DUCO, cioè condurre fuori…

E come possiamo tirare fuori quello che abbiamo dentro e appassionarci ad esso se, invece, dobbiamo solo imparare ciò che altri hanno ritenuto importante farci studiare…

Alcuni di voi probabilmente diranno che la scuola è un dovere e alle passioni ci si può dedicare dopo, diciamo che la maggior parte di noi ha fatto proprio così, dedicandosi ai compiti scolastici (senza google, bensì una calcolatrice, l’enciclopedia, la biblioteca e … la testa) per poi praticare sport, andare agli scout ecc…

Il punto è che passiamo una vita a fare quello che altri hanno imposto: 13 anni di scuola e anche di più per chi sceglie di proseguire con l’università, durante i quali bisogna eseguire compiti uguali per tutti (e anche qui ci sarebbe da scrivere un libro…), per avere bei voti; poi ci si lancia nel mondo del lavoro per eseguire altri compiti per avere uno stipendio, e arrivare ad un’età non ben precisata in cui ci si riposerà percependo la pensione… e arrivati a quel momento avrete voglia, tempo e salute per le vostre passioni? Spero di si.

La società di oggi prevede che quando si è piccolissimi e con il cervello e corpo agili, si facciano disegnini, si impari qualche nozione, spesso tutte, tranne quelle per campare in questo mondo, poi quando ti troverai nel mondo degli adulti, ci si aspetta che tutto fili liscio e anche quando si sarà troppo stanchi o  “grandi” si continui a produrre nonostante tutto… a proposito di questo vi rimando ad una canzone molto interessante si intitola

Don’t Stay in School   ascoltatela e scrivetemi cosa ne pensate.

Per tornare al discorso iniziale, un po’ mi dispiace di aver “perso” tempo durante l’adolescenza, ma sono grata di aver capito ora come appassionarmi e dedicarmi alle cose che voglio imparare.

Sono più attenta a selezionare gli argomenti che mi interessano, anche solo per capire se ne vale la pena, e anche quando dedico allo studio personale, solo pochi momenti, sono concentrata ed energica, perché durante ogni giornata sono sicura di aver dato il meglio per me e per la mia famiglia, e quindi con assoluta serenità posso dedicarmi ad imparare cose nuove durante le mie serate… ed ora non perdo più tempo: lo considero tempo investito.

Invece voi? Cosa pensate a proposito della scuola? Dell’educazione casalinga? Di qualsiasi altro metodo… per includere conoscenza, apprendimento e passioni. Fatemelo sapere, scrivetemi nella pagina Facebook e non dimenticate di condividere. A presto

No Comments
Leave a Comment: