VICKY
Mi chiamo Victoria amo la vita e la mia famiglia: moglie, mamma di un piccolo curioso e di quattro gatti e un cane. Ho varie passioni fra cui l’organizazione, il risparmio, la cura del mio orto, pinterest, l’archeologia “fuori posto”, la lettura e il lavoro ai ferri e sto anche cercando di imparare l’uncinetto...
About Vicky           Contatti
www.allmydreamscometrue.it info@allmydreamscometrue.it

Vivo green parte 2

Vivo green parte 2

Vivo green parte 2

Come vi avevo già accennato qui ho iniziato concretamente a vivere più green possibile e … mi piace un sacco.

Vi ho parlato di come è possibile prodursi un super fertilizzante a costo 0, profumato e facile da preparare, gestendo meglio la spazzatura che normalmente gettereste nell’organico; ed ora come promesso, vi spiego cosa il mio piccolo super aiutante ed io, facciamo con la carta, invece di gettarla nel bidone apposito…

preparazione

Tanto per cominciare, ogni singolo pezzetto di carta (carta del pane,delle uova, cartoncini vari, confezioni pasta e biscotti ecc, tranne i depliants dei supermercati… quelli sono preziosi ausili nella raccolta dei ricordini del nostro cane), viene ritagliato della dimensione di coriandoli, appena si decide che non servono più; in questo modo, non si dovranno ritagliare quintali di carta in un giorno, ma solo pochi pezzettini ogni giorno… insomma, ci impieghiamo al massimo 30 secondi a fare questa operazione.

occorrente

A questo punto quando non ci sono cartoni animati molto interessanti, e non abbiamo voglia di colorare o fare la pasta di sale … ecco quello è il momento in cui prendiamo un po’ di quei coriandoli, il frullatore, un po’ d’acqua e il nostro specialissimo stampo a forma di cuore, ricavato dalla confezione di polistirolo delle banane e tre canovacci, uno scola pasta o una base d’appoggio e una bacinella.

come si fa

Mettiamo la carta e l’acqua nel frullatore, se è carta leggermente più resistente lasciatela a mollo nel frullatore per qualche minuto prima di cominciare.

Nel mio caso l’addetto al frullatore è il piccolo, che adora spingere il pulsante del mixer,… la prima volta pensava stessimo preparando un dolce e mentre frullava mi ha detto… ” Mmmh non vedo l’ora di assaggiarlo”.

Ora, se non lo avete già fatto ritagliate la forma che più vi piace dal polistirolo della confezione delle banane, avendo cura di conservare anche la parte ritagliata, perché sarà la vostra pressa.

All’interno della bacinella mettete lo scolapasta (piatto) o una base d’appoggio; su questo appoggio bisogna mettere uno dei canovacci e sopra questo, il vostro stampo.

Prendete un pochino di quella bella poltiglia grigia che è nel frullatore e mettetela all’interno dello stampo; ora con l’aiuto della parte ritagliata, premete, in questo modo, la poltiglia prenderà la forma desiderata e nello stesso tempo l’acqua scorrerà via,.. probabilmente ci sarà bisogno di premere almeno un’altra volta, per eliminare più acqua possibile.

Prendete adesso, un canovaccio asciutto, stendetelo su un piano e appoggiateci la vostra opera e coprite con un altro canovaccio, se volete potete metterci un peso.

Ripetete fino ad esaurimento poltiglia e dopo qualche giorno sarà tutto asciutto.

Ecco ora noi abbiamo la casa piena di cuori di carta riciclata appesi ovunque..

Un giorno di questi ne faremo alcuni con all’interno delle sementi così è possibile metterli direttamente nella terra… insomma, quasi dei semenziai, con la differenza che i nostri saranno super eco friendly e adorabilmente a forma di cuore.

Vi è piaciuta la nostra idea?

Alle maestre a scuola si, e quindi andremo a fare la nostra “dimostrazione” nei giorni che precedono la festa della mamma. Eh si, dovete sapere che la scuola del mio bimbo è meravigliosa: sia al nido che alla materna, da parte di tutte (maestre e collaboratrici) c’è un grande impegno, per aiutarli a crescere, socializzare, imparare sempre nuove cose e tante iniziative che coinvolgono anche i genitori, che possono in date prestabilite,fare piccoli laboratori di pasticceria, arte e tanto altro.

Scusate, ma sento e leggo così tante lamentele sulle scuole che era doveroso, aprire una parentesi sulla mia esperienza, che spero sia la stessa per tante altre: non dimentichiamoci che le insegnanti continuano spesso il lavoro della famiglia, educano, giocano e regalano sapere e amore.

Altre idee

Naturalmente, questo è uno dei tanti modi per riciclare da sé la carta, ma se siete brave scultrici, vi consiglio di aggiungere colla all’intruglio e creare le vostre meraviglie.

Su Pinterest ho trovato migliaia di idee, un giorno qualcuna la proverò e vi saprò dire come è andata.

Ma sono sicura che anche voi avete migliaia di altri metodi per essere creative, green e giocare con i vostri bimbi:

Raccontatemele. Scrivetemi in posta sulla pagina Facebook o lasciate un commento. A presto

 

Questo post contiene link di affiliazione attraverso i quali percepisco una piccola percentuale sugli acquisti senza alcun costo aggiuntivo per voi: questo è uno dei modi grazie ai quali, e quindi anche grazie a voi, posso continuare a finanziare il mio sito

 

 

No Comments
Leave a Comment: